Tokyo – Kyoto

In questa breve guida cercheremo di descrivere la nostra breve ma intensa esperienza nella terra del sol levante con anche qualche consiglio pratico come organizzare il vostro viaggio.

Mappa di Tokyo e Kyoto con punti di interesse

Gallery Fotografica

Diario di Tokyo

Tokyo – giorno 1

Il nostro primo giorno a Tokyo purtroppo è iniziato solamente verso le 13.00 a causa dello spostamento dall’aeroporto di Narita, per le informazioni vi rimando alla sezione come raggiungere Tokyo dall’aeroporto di Narita.

Il nostro albergo era situato nella zona di Shinjuku, quartiere particolarmente attivo della città in cui i Tokyoti si ritrovano per trascorrere le serate. Per raggiungerlo dalla stazione di Tokyo abbiamo utilizzato la splendida ed organizzatissima metro;

 

Per il suo funzionamento vi consiglio di cercare informazioni sui siti ufficiali, che propongono sempre abbonamenti molto vantaggiosi. Noi abbiamo girato molto serenamente anche senza abbonamento, ed il funzionamento dei biglietti è abbastanza semplice: voi acquistate un biglietto cercando di prendere quello con la giusta tariffazione. Nel caso la tariffazione non sia corretta, potrete comunque integrare la differenza una volta arrivati a destinazione.

 Dopo aver mangiato male nel primo posto che abbiamo trovato, abbiamo fatto la prima sosta in albergo. Nel tardo pomeriggio abbiamo visitato il quartiere dei government buildings compreso il famoso Palazzo del governo che offre, dal suo ultimo piano, la vista di tutta Tokyo! il resto della giornata lo abbiamo trascorso visitando il quartiere di Shinjuku e chiudendo la serata con un ottimo sushi in perfetto stile giapponese accompagnato dalla famosa birra Asahi.

 

Tokyo – Giorno 2

Il secondo giorno abbiamo scelto di visitare il mercato del pesce, famoso in tutto il mondo per la qualità e soprattutto per l’asta dei tonni. Purtoppo noi siamo andati in un giorno in cui l’asta non veniva fatta, ma abbiamo comunque potuto assistere al taglio di un tonno, esperienza davvero unica.  Al mercato abbiamo potuto provare ed assaggiare il miglior sushi del mondo con pesce freschissimo e quantità abbondanti.

Nel pomeriggio abbiamo girato il quartiere di Ginza e siamo andati al Palazzo dell’Imperatore

 

 

 

Verso il tramonto ci siamo recati presso la Tokyo tower e presso il tempio di zojoji, i quali creano davvero un bellissimo contrasto tra antico e moderno, una delle chiavi di lettura di questa città, che sa ben integrare queste sue due facce.

 

 

Tokyo – Giorno 3

L’itinerario del terzo giorno è risultato abbastanza fitto, anche perchè il secondo giorno abbiamo deciso di recuperare un po’ le energie, visto che eravamo ancora un po’ provati dal jet lag. Abbiamo iniziato la giornata recandoci al Mejijingu Temple e al suo bellissimo parco, dove abbiamo potuto respirare un’atmosfera rilassata e di meditazione ed avere la fortuna di assistere ad un matrimonio in stile tradizionale.

Dopo pranzo ci siamo spostati in un altro luogo famosissimo, la stazione di Shibuya con il suo incrocio, il più trafficato al mondo, con anche la famosa statuetta del cane Hachiko, reso ancor più famoso dal film con Richard Gere.

Il quartiere di Shibuya è ricco di negozi ed è frequentatissimo dagli abitanti di Tokyo, quindi è davvero molto bello girare il quartiere ed immergersi nella cultura moderna giapponese. Abbiamo avuto infatti la fortuna di incontrare gruppi di scolaresche in divisa e approfittare degli ottimi prezzi per comprare un sacco di souvenir.

Ovviamente non potevamo andare via da Tokyo senza visitare il quartiere della tecnologia ed il quartiere dei manga, mentre abbiamo deciso di chiudere il nostro viaggio in questa incredibile città visitando il Palazzo Governativo, da dove è possibile un eccezionale panorama di tutta Tokyo.

Purtoppo nel nostro terzo giorno ha piovuto la maggior parte del tempo e quindi abbiamo desistito nell’andare a visitare il quartiere di asakusa.

Però la serata ci ha regalato una bellissima sorpesa: abbiamo cenato in un ristorante Koreano, dove abbiamo conosciuto una coppia di Tokyoti, che ci ha fatto vivere una bellssima serata, portandoci a conoscere il quertiere di Shinjuku e facendoci provare alcune delle tipicità di Tokyo.

Diario di Kyoto

Kyoto – giorno 1

Il 4 giorno della nostra avventura giapponese, ci siamo spostati nella città di Kyoto. Per raggiungerla abbiamo utilizzato il famoso treno ad alta velocità, icluso nel nostro “Japan Rail Pass”.

Per prima cosa abbiamo prenotato le biciclette per poter girare Kyoto in totale libertà. La città infatti è piuttosto piccola ed è dotata di piste ciclabili oltre al fatto che è prevalentemente in piano. Come prima tappa abbiamo percorso il “Cammino del filosofo”, percorso piuttosto breve, lungo un piccolo torrente, ricco di piante e fiori, probabilmente bellissimo da vedere nella stagione di fioritura dei ciliegi. Successivamente abbiamo girato per Kyoto giusto per ambientarci.

no images were found

Per la prima notte ci siamo concessi un lusso, e abbiamo soggiornato presso un Ryokan, nel quale abbiamo potuto indossare dei kimono, mangiare sushi tradizionale, fare un bagno nella vasca di legno, dormire nei futon, e partecipare alla cerimonia del tè.

Kyoto – giorno 2
Per prima cosa abbiamo cambiato albergo, spostandoci in una struttura moderna, nel centro di kyoto, piuttosto vicino alla stazione.

Per girare abbiamo affittato nuovamente le bici, mezzo migliore per visitare kyoto senza problemi. La nostra tappa principale è stata il cammino dei Torii rossi, davvero suggestivo e coinvolgente. Durante il pomeriggio abbiamo visitato altri 3/4 templi, più altri solo da fuori e visitato il parco del palazzo dell’imperatore, dove ci siamo presi una meritita pausa.
La Serata l’abbiamo trascorsa nel quartiere di Gion con movida e passeggiata sul lungo fiume, dove abbiamo incontrato numerosi artisti di strada.

Nara – giorno 3
Il terzo giorno abbiamo visitato la cittadina di Nara, famosa per il buddha più grande del mondo e per i cerbiatti in libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*